Il derby è biancorosso, Innsbruck battuto per 6 a 4 davanti a un Palaonda spettacolare

 
Mercoledì, 28 Dicembre 2016
 
 

L’HCB Alto Adige Alperia fa suo il derby, battendo l’HC TWK Innsbruck per 6 a 4 davanti ai quasi 4.000 del Palaonda, record di pubblico stagionale. Un match che i biancorossi sembravano avere in tasca quando, all’inizio del secondo tempo, si trovavano in vantaggio per 5 a 1. Poi la tentata rimonta da parte dei tirolesi, che minuto dopo minuto hanno messo le strette i biancorossi fino a portarsi sotto di una rete con sei minuti ancora da giocare. Il goal a porta vuota di Reid regala i tre punti al Bolzano. Premio di migliore in campo per Denny Kearney, autore di una doppietta.

Egger e compagni torneranno sul ghiaccio del Palaonda già venerdì 30 dicembre, alle 19:45, per l’ultima partita del 2016 contro i Graz 99ers. 

La cronaca. Coach Tom Pokel deve rinunciare agli influenzati Hannes Oberdörfer e Michele Marchetti. Avvio bruciante dell’Innsbruck, che dopo 85 secondi è già in vantaggio grazie al tocco vincente di Austin Smith sull’azione di Stach. La risposta dei Foxes è immediata e veemente: al 04:20 Insam trova una grande imbucata per Bernard, che tutto solo davanti a Chiodo non sbaglia. L’1 a 1 galvanizza i biancorossi, che dilagano: all’11:05 Insam spara in rete con un gran tiro al volo l’assist di Root, poco più tardi Denny Kearney devia in rete la conclusione dalla distanza di Glira e al 18:49 su uno svarione difensivo austriaco Glenn serve a Oleksuk l’assist del 4 a 1 che manda in delirio il Palaonda.

Anche l’avvio del periodo centrale è targato Bolzano: contropiede condotto dalla terza linea, Bernard serve Kearney che porta il risultato sul 5 a 1 centrando anche la doppietta personale. L’Innsbruck però è squadra mai doma e 21 secondi più tardi accorcia le distanze ancora con Smith. Al 27:23 i tirolesi accorciano ancora: missile di Stach dalla blu, disco deviato da Sedivy ed è 5 a 3. Il Bolzano dopo qualche minuto di assestamento torno a spingere, ma diversi powerplay a disposizione non producono l’effetto sperato. Melichercik deve compiere un paio di miracoli per mantenere di due reti il vantaggio alla seconda sirena.

Il terzo drittel è pura sofferenza per il Bolzano, che nonostante vada in un paio di occasioni vicino al goal, subisce la pressione asfissiante dell’Innsbruck. Melichercik deve alzare le barricate per resistere agli assalti tirolesi, che si concretizzano poi nel corso della prima superiorità numerica del match, al 54:34: Lammers riceve il disco da Ross, si accentra e centra l’angolo giusto accorciando le distanze. Tensione al Palaonda, l’Innsbruck spinge ancora forte, poi, quando coach Pallin decide di togliere Chiodo per il sesto uomo di movimento, ecco il respiro di sollievo: Reid supera la rossa e mette a segno l’empty-net-goal che manda in delirio i tifosi sugli spalti e fissa il tabellino sul definitivo 6 a 4.

(L.T.)

HCB Alto Adige Alperia – HC TWK Innsbruck 6 – 4 [4-1; 1-2; 1-1]

Reti: 01:25 Austin Smith (0-1); 04:20 Anton Bernard (1-1); 11:05 Marco Insam (2-1); 14:56 Denny Kearney (3-1); 18:49 Travis Oleksuk (4-1); 22:26 Denny Kearney (5-1); 22:47 Austin Smith (5-2); 27:23 Ondrej Sedivy (5-3); 54:34 John Lammers PP1 (5-4); 58:49 Brodie Reid EN (6-4)

 
 
Vai alla lista