Il Salisburgo beffa il Bolzano all’ultimo minuto, Foxes battuti all’overtime

 
Domenica, 01 Gennaio 2017
Il Salisburgo beffa il Bolzano all’ultimo minuto, Foxes battuti all’overtime Foto: Vanna Antonello
 
 

L’HCB Alto Adige Alperia cade all’overtime per 2 a 1 contro i campioni in carica dei Red Bull Salzburg. Una partita molto intensa davanti ai 4.265 spettatori del Palaonda, che abbattono il record stagionale appena stabilito il 28 dicembre contro l’Innsbruck. Grande partita da parte di entrambi i portieri, Gracnar da una parte e Melichercik dall’altra. Solo Trattnig e Palmieri riescono a violare le gabbie, prima del goal all’overtime, in powerplay, di Daniel Sondell. Il Bolzano guadagna comunque un punto che serve a muovere la classifica e ad avvicinare la qualificazione matematica ai playoffs.

La cronaca. Primo tempo equilibrato, con un buon Bolzano nei primi minuti capace di mettere sotto pressione Gracnar. Sia Red Bull che Foxes sprecano un powerplay per parte, poi sono gli austriaci a prendere confidenza con la partita alzando minuto dopo minuto il baricentro. La rete che sblocca il risultato arriva al 12:37: errore di Everson in uscita di zona, puck recuperato da Hughes, Trattnig arriva a rimorchio e batte Melichercik con il rovescio. Il Bolzano va vicino al pareggio poco dopo con una bella azione di Metropolit, ma deve soffrire nel finale, resistendo bene ancora in inferiorità numerica. Red Bulls avanti per 1 a 0 alla prima sirena. 

Il Bolzano pareggia i conti in avvio di periodo centrale. Bella giocata di Root per Palmieri, che beffa Gracnar sotto i gambali. L’1 a 1 dà nuova verve ai biancorossi, che spingono forte e più volte vanno vicino al vantaggio. Prima è Kearney che si presenta da solo davanti a Gracnar, centrando però il gambale del goalie ospiti. Poco dopo è Reid a condurre il contropiede, ma il suo tiro viene ancora deviato dall’estremo difensore dei Red Bulls. I Foxes non sfruttano due powerplay a favore, ma nel finale vanno ancora vicino al goal prima con Oleksuk e poi con Reid, che per un soffio non riesce a servire a Glenn l’assist vincente. Il Salisburgo si fa vedere a tratti e con meno intensità dalle parti di Melicherick, ma dopo 40 minuti il risultato è di perfetta parità. 

Anche nel terzo drittel fioccano le occasioni, soprattutto per il Bolzano che però si fa fermare da un Gracnar in serata di grazia. Colossale l’occasione sulle stecche di Frigo e Oleksuk, mentre poco dopo Sondell salva sulla linea un disco che stava entrando in rete. Anche Melichercik deve salvare più volte il risultato, soprattutto quando il Salisburgo si ritrova in situazione di powerplay.

I 60 minuti regolamentari non bastano a decretare un vincitore: nell’overtime il Bolzano sfiora ancora più volte il goal vittoria, ma i biancorossi non concretizzano due minuti di powerplay concessi dai Red Bulls. E così è proprio il Bolzano a sua volta a farsi pescare con sei uomini di movimento sul ghiaccio, penalità che decide la partita: a 35 secondi dalla sirena finale infatti Sondell prende la mira e spolvera l’incrocio dei pali, regalando la vittoria al Salisburgo.

L’HCB Alto Adige Alperia è atteso nella prossima settimana da tre difficili trasferte: martedì a Dornbirn, venerdì a Fehervar e domenica a Lubiana. I match di Dornbirn e Fehervar verranno trasmessi in diretta televisiva su Video33.

(L.T.)

HCB Alto Adige Alperia – EC Red Bull Salzburg 1 – 2 [0-1; 1-0; 0-0; 0-1] 

Reti: 12:37 Matthias Trattnig (0-1); 21:08 Nick Palmieri (1-1); 66:25 Daniel Sondell PP1 (1-2)

 
 
Vai alla lista