Il Bolzano si arrende ai rigori a Fehervar, ma centra la qualificazione ai playoffs

 
Venerdì, 06 Gennaio 2017
Il Bolzano si arrende ai rigori a Fehervar, ma centra la qualificazione ai playoffs Foto: Vanna Antonello
 
 

L’HCB Alto Adige Alperia cade ai rigori in Ungheria, casa del Fehervar AV19. 3 a 2 il risultato finale in favore dei magiari, ma la contemporanea sconfitta dello Znojmo contro l’Innsbruck regala ai biancorossi la qualificazione matematica alla Top Six e, quindi, ai playoffs della EBEL 2016/17. Un grande traguardo per la squadra di coach Tom Pokel, che può così guardare con più serenità alle ultime partite della regular season. 

Una partita bloccata per 40 minuti, quella di Fehervar, ed esplosa nel terzo drittel chiusosi con due goal per parte. Il Bolzano spreca un powerplay nell’overtime e poi deve arrendersi al rigore vincente di Koger. Positivo l’esordio del nuovo acquisto biancorosso, il difensore finlandese Mikko Luoma. A riposo Michele Marchetti per turnover.

Primo tempo a ritmi decisamente bassi, Sarauer e Bernard provano a suonare la carica senza particolare successo. L’occasione più grande arriva sulla stecca di Glenn, che liberato da uno splendido passaggio di Reid conclude alto con il rovescio. Ungheresi invece poco incisivi in powerplay, merito anche di un ottimo penalty killing biancorosso.

Match più spettacolare nel periodo centrale. Il Fehervar spinge forte nei primi minuti, colpendo anche una traversa con Schiestel. Il Bolzano prova a rispondere, rendendosi pericoloso soprattutto in inferiorità numerica: Oleksuk si invola da solo davanti a Hetenyi, che riesce a respingere con il gambale. Occasione anche per Root, che a sua volta nell’uno contro zero si fa ipnotizzare dal goalie di casa. Ancora 0 a 0 alla seconda sirena.

I fuochi d’artificio si accendono nel terzo drittel. Dopo meno di due minuti Bodo risolve in modo vincente una mischia venutasi a creare davanti alla porta di Melichercik. E’ l’1 a 0 e il portierone slovacco si deve superare poco dopo per evitare il raddoppio sulla conclusione ravvicinata di Maylan dopo un palo colpito da Vas. Minuto dopo minuto però i Foxes aumentano il ritmo, si rendono pericolosi con Glenn e al 49:11 pareggiano i conti: missile dalla blu di Gellert e deviazione provvidenziale di Markus Gander. Il Bolzano è ormai in controllo del gioco e al 42:43 passa in vantaggio: ingaggio vinto da Metropolit, sul disco si avventa Vallerand che centra un gran goal spolverando il sette alla sinistra di Hetenyi. La gioia dura però poco, perché una penalità dubbia fischiata a Gander regala un powerplay al Fehervar e Manavian rimette il risultato in parità.

Si va all’overtime, ma i biancorossi non riesce a sfruttare un importante powerplay a favore. Ai tiri di rigore è così il Fehervar a portarsi a casa i due punti, grazie al rigore di Daniel Koger, unico dei sei tiratori a segnare.

Il Bolzano terminerà la trasferta dell’Est domenica, alle 17:30, in casa del fanalino di coda Olimpija Ljubljana, per poi tornare al Palaonda mercoledì 11 gennaio, alle 19:45, contro l’Orli Znojmo.

(L.T.)

Fehervar AV19 – HCB Alto Adige Alperia 3 – 2 SO [0-0; 0-0; 2-2; 0-0; 1-0]

Reti: 41:45 Christopher Bodo (1-0); 49:11 Markus Gander (1-1); 52:43 Marc-Olivier Vallerand (1-2); 54:20 Antonin Manavian PP1 (2-2); Rigore decisivo: Daniel Koger

 
 
Vai alla lista