Bolzano ancora K.O., il Linz la spunta per 4 a 1

Foto: © EHC Liwest Black Wings Linz/Eisenbauer

Quinta sconfitta consecutiva per l’HCB Alto Adige Alperia, che cade alla Keine Sorgen EisArena di Linz per 4 a 1. Biancorossi sempre in partita, ma poco cinici dalle parti di un Ouzas praticamente perfetto. Di Carlisle l’unica rete per i Foxes, il provvisorio 1 a 1. Ancora pesanti le assenze: a fronte del recupero di Luca Frigo, coach Kai Suikkanen ha dovuto rinunciare a un nuovo infortunato, Angelo Miceli, oltre ai lungodegenti Austin Smith, Bernard, Frank e Clark. Esordio per il nuovo goalie biancorosso, Pekka Tuokkola, arrivato al posto di Sedlacek in attesa del recupero di Matt Climie.

La cronaca. I Foxes subiscono la doccia gelata dopo appena 87 secondi: al primo tiro in porta, Fechtig spolvera l’incrocio dei pali dalla media distanza battendo Tuokkola, disturbato dal traffico davanti alla propria gabbia. I biancorossi non si fanno abbattere dal goal subìto in apertura e vanno a un passo dal pareggio prima con Angelidis, fermato dall’uno contro uno con Ouzas, poi con un altro contropiede condotto da Schweitzer, il cui passaggio viene però deviato dalla stecca di un terzino austriaco. Padroni di casa in powerlay, con Sointu in panca puniti, ma il penalty killing biancorosso tiene bene e rischia soltanto sul tentativo da due passi di Dowell. Dall’altra Halmo prova a battere Ouzas, che toglie però il puck dall’incrocio dei pali con la pinza. Al 15:55 arriva il meritato pareggio e il Bolzano si sblocca dopo un lungo periodo di digiuno: scorribanda offensiva di Carlisle, che riceve il disco da DeSousa e insacca l’1 a 1. La gioia del goal dura pochissimo, perché il Linz può giostrare in powerplay e poco più di un minuto più tardi torna avanti con Brian Lebler, bravo ad arrivare prima di tutti sul disco nella mischia davanti alla gabbia. 2 a 1 alla prima sirena.

Bolzano a un passo dal pareggio in avvio di secondo tempo, ma Ouzas compie un vero e proprio miracolo sul tiro a botta sicura di Frigo. Goal sbagliato, goal subito: al 24:51 Lebler va a prendersi con forza un disco nel proprio terzo d’attacco, serve Locke che salta Tuokkola e insacca il 3 a 1. I biancorossi provano a rispondere con il primo powerplay del match a disposizione, ma è ancora l’estremo difensore di casa a risultare fondamentale, chiudendo a Sointu la via della rete con un altro grande intervento. Match che vola sul filo dell’equilibrio fino al termine del periodo centrale, con i Black Wings avanti di due reti.

Nel terzo drittel i Foxes avrebbero l’occasione per accorciare le distanze, ma si confermano poco cinici. Prima Monardo non concretizza davanti alla gabbia di Ouzas, poi Sointu tutto solo davanti al portiere, in situazione di penalty killing, non riesce a trovare lo spiraglio giusto. Ancora Foxes, questa volta con due mischie furibonde davanti alla porta e con Halmo a pochi centimetri dal goal, ma il disco non ne vuole sapere di entrare. L’assalto finale con il sesto uomo di movimento non porta a nulla, se non alla rete del definitivo 4 a 1 di DanDaSilva.

Egger e compagni torneranno sul ghiaccio del Palaonda venerdì 8 dicembre, alle ore 17:30 (per il giorno festivo), contro l’EC VSV. Si replica alla stessa ora domenica, nel rematch contro i Black Wings Linz.

(L.T.)

Black Wings Linz – HCB Alto Adige Alperia 4 – 1 [2-1; 1-0; 1-0]

Reti: 01:27 Bernhard Fechtig (1-0); 15:55 Chris Carlisle (1-1); 17:30 Brian Lebler PP1 (2-1); 24:51 Corey Locke (3-1); 59:48 Dan DaSilva EN (4-1)

Arbitri: Piragic, Smetana / Rakovic, Zgonc
Spettatori: 4.700