Bolzano batticuore, rimonta sulla sirena ma cade all’overtime

Foto: © HCB/Vanna Antonello

L’HCB Alto Adige Alperia cade alla Stadthalle di Klagenfurt. Il KAC vince per 2 a 1 grazie al goal all’overtime di Manuel Ganahl, che rende vana un’incredibile rimonta a fil di sirena dei Foxes. Dopo una partita a reti bianche, a 17 secondi dal termine i padroni di casa centrano il vantaggio con Rheault, prima della rete di Petan a meno di un secondo dalla fine. Egger e compagni torneranno al Palaonda venerdì 16 febbraio, alle ore 19:45, per un’importantissima gara 3. Prevendite disponibili online, presso le filiali della Cassa di Risparmio, presso la filiale di Sportler di via Portici (Bolzano) e presso le casse del Palaonda a questi orari: mercoledì dalle 17 alle 19, giovedì dalle 11 alle 14 e dalle 17 alle 19 e venerdì dalle 11 alle 14.

La cronaca. Match che parte su ritmi piuttosto bassi e la prima occasione è di marca austriaca, con Kapstad che in ripartenza spedisce il puck fuori di nulla con una botta al volo dalla media distanza. Il Bolzano risponde con Halmo, che cerca il colpo vincente sotto porta sull’assist di Oleksuk, senza trovare l’angolo per battere Madlener. Il goalie di casa si rende protagonista anche poco dopo, fermando il tentativo da due passi di Sointu. Con il passare dei minuti la pressione del KAC si alza sensibilmente e sono proprio i padroni di casa a sfiorare la rete del vantaggio, con Ganahl e Kozek fermati soltanto dall’intervento in tuffo di Tuokkola. Nel finale di frazione powerplay per il Klagenfurt, che si schianta però ancora contro il penalty killing biancorosso. 0 a 0 dopo 20 minuti.

Nei primi minuti del periodo centrale le squadre si studiano, stando attente a non sbilanciarsi. DeSousa prova ad impegnare Madlener con un wraparound e lo stesso fa Halmo poco dopo deviando al volo un tiro di Egger, ma il portiere austriaco risponde bene. Il powerplay dei Foxes non colpisce poi quando è Fischer a finire in panca puniti e Gartner vede la sua conclusione bloccata dalla pinza del sempre presente Madlener. Ancora Bolzano con l’uomo in più poco dopo e Sointu va a un passo dal vantaggio, ma nel finale di frazione sono brividi per gli altoatesini: il KAC si ritrova in doppia superiorità numerica per 42 secondi, ma il penalty killing biancorosso resiste alla perfezione. Ancora reti inviolate dopo 40 minuti di gioco.

In avvio di terzo drittel il Bolzano sfiora il vantaggio due volte, prima con Tomassoni, poi con Clark che con una botta dalla distanza colpisce in pieno il palo. Dall’altra il KAC risponde concludendo di poco fuori con Stefan Geier, poi gli austriaci non riescono a concretizzare un powerplay a disposizione pur mettendo a ferro e fuoco la zona della gabbia biancorossa. Foxes fallosi e Klagenfurt ancora con l’uomo in più, ma a salire in cattedra è ancora in penalty killing del Bolzano. A quattro minuti dalla sirena finale Kapstad e Strong si divorano il goal del vantaggio al termine di un contropiede. Incredibile quanto succede nel finale: il KAC è ancora in powerplay e a soli 17 secondi dalla sirena finale un malaugurato rimpallo sulla gamba di Carlisle fa scivolare il puck sulla linea di porta, con Rheault che lo ribadisce in rete. Finita? Nemmeno per sogno. Il Bolzano è persino in inferiorità numerica, perché Oleksuk finisce in panca puniti, ma Alex Petan riesce a involarsi sulla destra grazie all’assist d’oro di Smith e sul suono della sirena buca Madlener. 1 a 1, si va all’overtime.

Dopo alcuni minuti di pressione austriaca, il Bolzano crea la chance più ghiotta, con Frigo che da buona posizione colpisce la maschera di Madlener. Poi al 67:54 Manuel Ganahl se ne va sulla sinistra e con un preciso polsino batte Tuokkola, per il 2 a 1 finale.

(L.T.)

EC KAC – HCB Alto Adige Alperia 2 – 1 OT[0-0; 0-0; 1-1; 1-0]

Reti: 59:43 Jonathan Rheault PP1 (1-0); 59:59 Alex Petan SH1 (1-1); 67:54 Manuel Ganahl (2-1)

Arbitri: Piragic, Trilar / Seewald, Verworner
Spettatori: 3.891