Chris Carlisle decide all’overtime la sfida contro il Dornbirn, Bolzano alla seconda vittoria di fila

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Ci vuole un goal all’overtime di Chris Carlisle per decidere il big match della quarta giornata del Qualification Round contro i Dornbirn Bulldogs. I Foxes la spuntano per 2 a 1, dopo essere però stati rimontati a soli 100 secondi dalla fine dei tempi regolamentari dal goal in extremis di Dustin Sylvester. Una vittoria meritata, visto il dominio mostrato in pista, ma “mutilata”, che rilancia però i biancorossi in corsa per i playoffs.

La cronaca. Subito ritmi molto alti al Palaonda, con ribaltamenti di fronte da una parte e dall’altra. Grande pressione da parte dei Foxes nel primo powerplay di serata, ma Rinne è bravo a bloccare tutti i tentativi biancorossi, pericolosi con Miceli e Angelidis. Dall’altra i Bulldogs rispondono con un contropiede di Leduc, che si presenta solo davanti a Tuokkola, bravo ad abbassare la saracinesca. Ancora il goalie biancorosso protagonista poco dopo: il finlandese prima regala il disco a Reid, poi si fa perdonare superandosi con una pinzata che toglie il disco dall’incrocio dei pali. 0 a 0 al termine dei primi 20 minuti.

Foxes che dominano la seconda frazione fin dai primi minuti. La grande occasione per l’1 a 0 capita sulla stecca di Miceli, che si presenta davanti a Rinne senza però trovare lo spiraglio giusto. Verso la porta austriaca continuano però a piovere tiri su tiri: ci prova anche Frigo, che arriva a pochi centimetri dall’appuntamento con il goal sul servizio di Petan. Dall’altra il Dornbirn ci prova timidamente, con McMonagle che aggira la porta biancorossa sparando però su Tuokkola. Al 29:09 il Bolzano centrano il meritato vantaggio: grande giocata di Miceli, puck per Austin Smith che di prima intenzione fredda Rinne. Sulle ali dell’entusiasmo i Foxes continuano a premere, sprecando però due powerplay a disposizione: alla seconda sirena è 1 a 0.

Dominio Bolzano ancora nel terzo drittel, ma i Foxes non riescono a piazzare il colpo del K.O.: ci prova Halmo con una magia, seguito da Miceli e, nel finale, da DeSousa. Rinne però si oppone bene e in qualche modo riesce a tenere a galla i suoi. La beffa è dietro l’angolo e arriva al 58:20: Timmins serve Dustin Sylvester, che da due passi fa secco Tuokkola. 1 a 1 e gelo al Palaonda. All’overtime i biancorossi continuano a fare di più degli avversari, colpendo anche un palo con Angelidis: a 56 secondi dalla sirena la discesa di Sointu premia l’inserimento di Chris Carlisle, che insacca la rete del definitivo 2 a 1.

Egger e compagni torneranno sul ghiaccio dopo la pausa olimpica, il 21 febbraio, in casa del Villach. Due giorni più tardi la rivincita contro i carinziani al Palaonda.

(L.T.)

HCB Alto Adige Alperia – Dornbirn Bulldogs 2 – 1 OT [0-0; 1-0; 0-1; 1-0]

Reti: 29:09 Austin Smith (1-0); 64:04 Dustin Sylvester (1-1); 64:04 Chris Carlisle (2-1)

Arbitri: Trilar, Zrnic / Nothegger, Verworner
Spettatori: 3.260