Cinquina allo Zagabria – Il Bolzano ritrova la vittoria al Palaonda

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Dopo la sconfitta di misura di venerdì sera contro Vienna, l’HCB Alto Adige Alperia era chiamato a una reazione. I biancorossi non tradiscono le aspettative e nel corso del primo Family Day della stagione stendono il Medvescak Zagabria con un netto 5 a 1. Un risultato che non rispecchia però un match difficile, che i Foxes sono riusciti a conquistare grazie alla doppietta di un Marco Insam praticamente perfetto. Ci ha pensato poi Miceli nel terzo drittel a mettere in cassaforte il risultato, prima delle reti di Campbell e Nordlund nell’ultimo minuto. Tre punti che consentono ai Foxes di restare aggrappati al trenino di testa.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia ancora a Frigo e Petan, tanti gli assenti tra le fila dello Zagabria tra infortuni e malattie.

Bolzano che prende in mano le redini del gioco fin dai primi minuti, sfiorando il goal con Miceli, che da buona posizione sceglie di servire Crescenzi vedendosi però intercettare il disco da Manavian. Zagabria che risponde con Sylvestre, la cui conclusione finisce di poco alta sopra la traversa. Il Bolzano neutralizza agilmente il primo powerplay croato, andando poi ancora a un passo dal vantaggio con Daniel Frank, fermato da Rosandic. Biancorossi che alzano la pressione grazie a due superiorità numeriche, sbloccando il risultato al 14:38: Campbell approfitta di uno svarione della difesa ospite per lanciare in porta Marco Insam, che firma l’1 a 0. Un errore di Carozza apre alla prima occasione dei croati: Tom Zanoski intercetta il puck e si invola verso Irving, che esalta i suoi riflessi salvando il risultato. Subito dopo Brett Findlay colpisce in pieno l’incrocio dei pali, dopo una grande azione personale. Finale di frazione in superiorità numerica per gli ospiti, ma i Foxes tengono botta fino alla sirena.

Catenacci resta negli spogliatoi a seguito di un infortunio subito nel corso del primo tempo, così coach Kai Suikkanen deve ridisegnare le linee nel periodo centrale. Dopo meno di due minuti però i Foxes subiscono improvvisamente la rete del pareggio: errore di Glira che regala il puck a Mauldin, il quale serve a Tom Zanoski un assist impossibile da sbagliare. I biancorossi fanno fatica a rimettere a posto le idee e si fanno prendere dal nervosismo, ma a ritrovare il vantaggio ci pensa ancora Marco Insam, che al 28:57 approfitta di un assist al bacio di Miceli e centra la doppietta personale. Bolzano che sfiora anche la terza rete, con Deluca e Carozza che chiamano al miracolo Rosandic. Con Miceli è panca puniti è il penalty killing ad essere messo a dura prova, ma il risultato non cambia fino al termine dei primi 40 minuti.

Lo Zagabria prova a spingere alla ricerca del pareggio in avvio di terzo drittel, ma al 46:43 i Foxes mettono in discesa la partita: grande giocata di Angelo Miceli, che prima conclude sul corpo di Rosandic e poi si inventa un wraparound perfetto insaccando il 3 a 1. Una rete che piega le gambe ai croati, che nel finale possono comunque contare su un powerplay: coach Aaron Fox ci prova anche con il sesto uomo di movimento, ma arriva l’empty-net-goal di Tim Campbell, direttamente dalla zona difensiva. Ad arrotondare il risultato sul definitivo 5 a 1 ci pensa poi Markus Nordlund, con un gran polsino dalla media distanza.

Adesso è tempo di pensare alla Champions Hockey League. I Foxes torneranno sul ghiaccio europeo mercoledì, alle ore 18:00, a Tychy in Polonia. Servirà una vittoria per cercare di blindare – o quasi – il passaggio agli ottavi di finale.

 

HCB Alto Adige Alperia – KHL Medvescak Zagabria 5 – 1 [1-0; 1-1; 3-0]

Reti: 14:38 Marco Insam PP1 (1-0); 21:32 Tom Zanoski (1-1); 28:57 Marco Insam (2-1); 46:43 Angelo Miceli (3-1); 58:49 Tim Campbell EN (4-1); 59:28 Markus Nordlund (5-1)

Arbitri: Gruber, Kellner / Kontschieder, Pardatscher
Spettatori: 2.300