Il Bolzano vince la battaglia del Palaonda – Linz piegato per 2 a 1

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Un’altra grande vittoria per l’HCB Alto Adige Alperia, che dopo aver vinto a Vienna riesce a ripetersi anche al Palaonda contro i Black Wings Linz. I Foxes la spuntano per 2 a 1, grazie al goal vittoria di Mike Blunden nel terzo drittel. Di Kuparinen e DaSilva le reti nel corso della prima frazione. Con questi tre punti Bernard e compagni si prendono il terzo posto solitario in classifica, approfittando della sconfitta del Salisburgo, a -1 dal Graz, secondo, e -2 dalla capolista Vienna, alla quarta vittoria consecutiva.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia agli infortunati Nordlund e Schweitzer (niente di grave per entrambi), rientra nel lineup Carozza e Deluca inserito in linea con Bernard e Frank.

Bolzano subito pericoloso in powerplay, ma Kickert si difende su Insam e Blunden. Ancora Foxes a un passo dal vantaggio in contropiede, ma Miceli e Insam non riescono a concretizzare. Il Linz ci prova con Lebler, poi al minuto 11:49 i biancorossi centrano il vantaggio: grande giocata di Frigo per Kuparinen, che da posizione centrale infila il puck all’incrocio dei pali. La gioia del goal dura appena venti secondi, il tempo che Dan DaSilva impiega per beffare Irving da posizione defilata e rimettere il risultato in parità. I padroni di casa però tengono in mano il controllo del match e impensieriscono ancora Kickert prima con Marchetti, poi durante un powerplay che anche questa volta non produce l’effetto sperato. Nel finale Irving nega la gioia del goal a Lebler con una grande pinzata e si va così negli spogliatoi sull’1 a 1.

Il periodo centrale è ancora di appannaggio del Bolzano, che produce tanto gioco, ma non concretizza nel momento di colpire: Bernard ha la chance di riportare avanti i suoi, ma non è abbastanza cinico da due passi. I Foxes non riescono a sfruttare altre due superiorità numeriche a disposizione, il match resta intenso ma non arrivano grandi occasioni da rete. Ancora perfetta parità alla seconda sirena.

Le cose non cambiano nel terzo drittel. Ancora tanto Bolzano, ma Kickert alza le barricate e i Foxes non riescono a trovare lo spunto giusto nonostante un continuo dominio sul piano del gioco. Il penalty killing, guidato da uno straordinario Daniel Frank, neutralizza la prima superiorità numerica ospite, mentre i Black Wings continuano a faticare e Umicevic è costretto al fallo su un’incursione solitaria di Catenacci, fermato al momento del tiro. Il quinto powerplay non va a buon fine, ne serve un sesto per, finalmente, centrare il 2 a 1: gran mischia davanti alla porta, risolta da Mike Blunden che firma la sua dodicesima rete in sedici partite. Gli animi si scaldano e Kristler chiama al fight Paul Geiger, uscendone con le ossa rotte nel confronto con il biancorosso. Il Linz ci prova in powerplay, il Bolzano resiste e lo fa anche quando i Black Wings le provano tutte, con il sesto uomo di movimento: fondamentale Geiger, a salvare un puck che viaggiava a pochi centimetri dalla linea di porta. Alla sirena finale i tre punti sono dei Foxes.

La truppa di coach Kai Suikkanen tornerà sul ghiaccio domenica 4 novembre, alle ore 17, per il match contro il Fehervar AV19. Poi sarà tempo di pensare alla Champions Hockey League, contro l’HC Skoda Plzen martedì alle 19:45 al Palaonda. Domani (sabato) prevendita in ufficio dalle 10 alle 13 anche pergli ABO Base che devono ancora ritirare il proprio ticket per la CHL.

 

HCB Alto Adige Alperia – Liwest Black Wings Linz 2 – 1 [1-1; 0-0; 1-0]

Reti: 11:49 Matti Kuparinen (1-0); 12:09 Dan DaSilva (1-1); 51:09 Mike Blunden PP1 (2-1)

Arbitri: Berneker, Piragic / Rezek, Sparer
Spettatori: 2.880