Il Vienna espugna il Palaonda – Bolzano sconfitto di misura

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Sconfitta amara per l’HCB Alto Adige Alperia al Palaonda. Il 2 a 1 finale premia i Vienna Capitals, al termine di un match equilibrato, intenso e giocato a gran ritmo da entrambe le compagini. Alla fine è Riley Holzapfel a segnare la rete decisiva nel terzo drittel, dopo che nel primo tempo Crescenzi aveva risposto a Nissner.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia a Luca Frigo, che tornerà a disposizione intorno alla metà di ottobre, e ad Alex Petan, che è tornato a Bolzano, ma ha bisogno di qualche allenamento per riprendere la forma e giocherà nuovamente in Polonia, mercoledì prossimo contro il Tychy in Champions Hockey League.

Le squadre si affrontano a viso aperto fin dai primi minuti ed è il Vienna ad andare per primo vicino al goal del vantaggio, con Tessier che chiama Irving al miracolo. Il goalie biancorosso abbassa la saracinesca anche nel corso del primo powerplay di serata, ma ormai i Capitals hanno preso in mano il controllo del gioco e poco dopo si ritrovano di nuovo a giostrare in powerplay, sbloccando il risultato: ci provano sia DeSousa che Tessier, Irving si oppone come può, ma si arrende al tocco sotto misura di Benjamin Nissner. La reazione biancorossa è furiosa e minuto dopo minuto i Foxes alzano il baricentro: Miceli va un passo dal pareggio, approfittando di un disco vagante davanti alla porta austriaca, ma Lamoureux compie il miracolo. Anche Blunden mette i brividi ai Capitals, ma il pareggio arriva al 18:12 nel corso del primo powerplay a favore: botta dalla distanza di Insam, Lamoureux concede il rebound e Andrew Crescenzi è il più lesto di tutti a ribadire nella porta sguarnita, centrando così il suo primo goal in biancorosso. 1 a 1 alla prima sirena.

Ancora ritmi molto alti nel periodo centrale. Subito in powerplay, il Bolzano sfiora il vantaggio con Blunden e Crescenzi. Il Vienna non sta certo a guardare e continua a creare gioco, ma con l’uomo in più rischia persino di capitolare: Blunden riparte da solo contro Lamoureux, ma non è abbastanza freddo per trovare lo spiraglio giusto. Ancora 1 a 1 alla seconda sirena, ma è grande spettacolo al Palaonda.

Il Leitmotiv del match non cambia nel terzo drittel, serve un episodio per sbloccare la gara e infatti, al 49:12, il Vienna torna a condurre i giochi: in uscita di zona sbagliano prima Carozza e poi Deluca, Tessier prima chiama Irving alla grande parata, poi serve Riley Holzapfel che da due passi e con il goalie biancorosso ancora sdraiato sul ghiaccio firma il 2 a 1. I Foxes faticano a reagire, ma ci provano con Bernard e poi, nel finale, con il sesto uomo di movimento: una bomba di Nordlund si spegne di poco a lato, poi Findlay prova a far rimbalzare il puck sul corpo di Lamoureux, che in qualche modo blocca sulla linea. Niente da fare, alla fine festeggiano i Capitals.

Bernard e compagni torneranno sul ghiaccio del Palaonda già domenica 7 ottobre, alle ore 16:00, per il match contro il Medvescak Zagabria e il Family Day. Poi una settimana di fuoco tra Champions Hockey League e campionato.

 

HCB Alto Adige Alperia – EV Vienna Capitals 1 – 2 [1-1; 0-0; 0-1]

Reti: 11:35 Benjamin Nissner PP1 (0-1); 18:12 Andrew Crescenzi PP1 (1-1); 49:12 Riley Holzapfel (1-2)

Arbitri: Nikolic K., Smetana / Basso, Zgonc
Spettatori: 2.810

 

Prossima partita
HCB Alto Adige Alperia vs Medvescak Zagabria (domenica 7 ottobre 2018, ore 16:00)