Un primo tempo da incubo condanna il Bolzano – Il Vienna vince 6 a 3 al Palaonda

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Quarta sconfitta consecutiva per l’HCB Alto Adige Alperia, che dice addio ai sogni di Top 4 e si inchina per 6 a 3 al Palaonda contro gli spusu Vienna Capitals. Basta un primo tempo da dimenticare per rovinare l’intera gara, con i Capitals che centrano la bellezza di quattro reti. I Foxes cercano comunque di lanciare la rimonta, mostrando altri due tempi di buon livello, ma non basta.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia agli infortunati Findlay, Geiger e MacKenzie. In difesa si gira a cinque, con Carozza schierato nella retroguardia.

Il primo tempo è un completo disastro. Il Bolzano è in powerplay, ma il Vienna riparte in contropiede e Tessier fa secco Irving. Passano due minuti e Sondre Olden lascia partire un tiro apparentemente poco pericoloso, ma il goalie biancorosso è ancora una volta superato. Tra i pali è il turno di Jake Smith, che però nulla può contro un Vienna che continua a fare il bello e il cattivo tempo e al termine di un’azione insistita firma il tris con Holzapfel. Sono passati solo nove minuti e il match è decisamente in salita. I Foxes provano timidamente a reagire, sfiorando il goal con Petan, Catenacci e Campbell, ma Lamoureux dice di no. Nel finale di frazione Chris DeSousa firma il goal dell’ex, approfittando di una situazione confusa davanti alla porta biancorossa. Il goal viene convalidato dopo l’instant replay e alla prima sirena il risultato vede i Capitals avanti con un netto 4 a 0.

Il Bolzano prova a mostrare un altro atteggiamento nel periodo centrale, sfiorando il goal con Petan e Carozza. Poi, in powerplay, ecco il goal che accorcia le distanze: Insam riceve il disco da Campbell, prende la mira e piazza un siluro imparabile per Lamoureux. Due minuti più tardi, però, il Vienna risponde: Olden salta Carozza, chiama Smith alla parata, ma il portiere biancorosso nulla può sul rebound vincente di Tessier. Passano i minuti e i Foxes provano a non mollare la presa: Brace apre per Petan, che imbecca al centro Nordlund per il 2-5. Nel finale i padroni di casa spingono e sfiorano a più riprese il terzo goal, con Petan che si divora due occasioni ghiottissime.

Nel terzo drittel i Foxes faticano a trovare continuità a livello offensivo, ma con il passare dei minuti si rendono sempre più pericolosi, fino al 47:20, quando Massimo Carozza riceve l’assist di Petan e dalla distanza fa secco Lamoureux. E’ il primo goal in Erste Bank Eishockey Liga per l’attaccante italo-canadese, schierato negli ultimi match da difensore. Il Palaonda sostiene i Foxes, che però non riescono a ingranare la rimonta e al 52:24 subiscono la rete del definitivo 6 a 3, opera ancora una volta di Chris DeSousa.

Bernard e compagni torneranno sul ghiaccio domenica 10 marzo, alle 17:30, al Merkur Eisstadion di Graz, per l’ultimo match del pick round. Subito dopo si terrà il pick, dove i biancorossi scopriranno i loro avversari per i quarti di finale playoffs.

 

HCB Alto Adige Alperia – spusu Vienna Capitals 3 – 6 [0-4; 2-1; 1-1]

Reti: 03:25 Kelsey Tessier SH1 (0-1); 05:56 Sondre Olden (0-2); 09:01 Riley Holzapfel (0-3); 19:14 Chris DeSousa (0-4); 26:24 Marco Insam PP1 (1-4); 38:33 Kelsey Tessier (1-5); 35:02 Markus Nordlund (2-5); 47:20 Massimo Carozza (3-5); 52:24 Chris DeSousa (3-6)

Arbitri: Kellner, Stolc / Basso, Pardatscher
Spettatori: 2.590

 

Classifica Pick Round dopo 9 giornate

1. Vienna Capitals 30 punti
2. Graz99ers 22
3. EC KAC 16
4. Red Bull Salzburg 10
5. Fehervar AV19 9
6. HC Bolzano 7