Clamorosa rimonta a Znojmo – Il Bolzano centra la prima vittoria del 2019

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Pazza serata alla Nevoga Arena di Znojmo. L’HCB Alto Adige Alperia vince per 3 a 2 rimontando i padroni di casa grazie a tre goal segnati nel terzo drittel e conquista così tre punti fondamentali nella corsa alla Top Six. Dopo le reti di Hlava e Kalus tra il primo e il secondo tempo, i Foxes cambiano le linee e ingranano una rimonta incredibile grazie a Bernard, Findlay e al rigore decisivo di Alex Petan a quattro minuti dal termine. Un successo che permette ai biancorossi di portarsi a +7 sul settimo posto occupato adesso dal Linz, con sei giornate ancora da giocare fino al termine della regular season.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia ancora all’infortunato Blunden, che rientrerà domenica prossima, mentre in tribuna per turnover resta Massimo Carozza.

Bolzano subito pericoloso con Marco Insam, che servito da Catenacci colpisce in pieno il palo. I Foxes concedono tanto però allo Znojmo, che prima sfiora il vantaggio con Hlava, poi colpisce al primo powerplay del match: con Findlay in panca puniti è lo stesso Hlava a trovare la deviazione vincente sul tiro dalla distanza di Luciani. I biancorossi subiscono psicologicamente il goal e i cechi prendono il comando delle operazioni, colpendo un clamoroso palo interno con Spacek. Nel finale Findlay prova a battere un colpo in contropiede, ma Lassila si oppone. 1 a 0 Znojmo dopo 20 minuti di gioco.

Il Bolzano sembra più propositivo nei primi minuti del periodo centrale, andando vicino al goal prima con Brace e poi con un’iniziativa personale di Frank, schierato nuovamente sul ghiaccio dopo che nel primo tempo era stato Schweitzer a girare in quarta linea. Due lampi che però non cambiano la sostanza della partita, con lo Znojmo che non fatica a mettere nuovamente pressione a Irving e che colpisce anche un palo con Matus. Dall’altra i Foxes sfiorano il pareggio con Brace, fermato in contropiede con un intervento dubbio, ma 36:38 ecco il raddoppio dei padroni di casa: errore in uscita di zona di Crescenzi, il disco arriva da Kalus che fa partire un tiro sul quale Irving questa volta nulla può.

Coach Kai Suikkanen cambia le linee per il terzo drittel, lasciando invariata soltanto la quarta e schierando nel primo blocco Catenacci-Findlay-Petan, nel secondo Miceli-Crescenzi-Brace e nel terzo Deluca-Kuparinen-Insam. I Foxes faticano però a trovare lucidità e nemmeno il primo powerplay di serata riesce a sbloccare la situazione di impasse. Anzi, per sei uomini in pista i biancorossi si ritrovano persino in inferiorità, ma, ironia della sorte, è proprio quello il momento che cambia la gara: al 47:06 Bernard vince un ingaggio, il puck finisce davanti alla porta di Lassila che non riesce ad allontanare il disco dalla stecca del capitano biancorosso, che accorcia le distanze. Passano poco meno di due minuti ed è già tempo del pareggio: azione capolavoro orchestrata da Campbell e Catenacci e conclusa da un polsino all’incrocio di Brett Findlay. Il Bolzano adesso ci crede, rischia qualcosa in contropiede ma si affida al solito Irving, fondamentale su Luciani. Al 55:37 l’episodio che decide il match: Campbell viene fermato con un fallo solo davanti a Lassila e l’arbitro fischia il rigore che Alex Petan trasforma magistralmente. Lo Znojmo prova l’assalto con il sesto uomo di movimento, ma la retroguardia biancorossa alza le barricate e conquista tre punti d’oro.

Bernard e compagni torneranno sul ghiaccio venerdì 18 gennaio, alle ore 19:45, al Palaonda contro il Medvescak Zagabria.

 

HC Orli Znojmo – HCB Alto Adige Alperia 2 – 3 [1-0; 1-0; 0-3]

Reti: 11:35 Nicolas Hlava PP1 (1-0); 36:38 Marek Kalus (2-0); 47:06 Anton Bernard SH1 (2-1); 48:58 Brett Findlay (2-2); 55:37 Alex Petan PS (2-3)

Arbitri: Babic, Trilar / Bärnthaler, Nemeth
Spettatori: 2.371