E’ il momento di “Capitan Futuro” – Anton Bernard alla sua decima stagione in biancorosso

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Dopo l’addio di Alexander Egger, l’HCB Alto Adige Alperia ha il suo nuovo capitano. E sulla scelta non c’erano dubbi: sarà Anton Bernard ad avere l’onore di indossare la “C” il prossimo anno. Il 29enne attaccante altoatesino, già capitano della Nazionale Italiana e per anni “alternate” dei Foxes, si prepara a giocare la sua decima stagione in biancorosso, la nona consecutiva.

Si apre così una nuova era. Bernard, amatissimo dai tifosi, raccoglie l’eredità di Egger, che a sua volta l’aveva raccolta da Rolly Ramoser, ma i nomi dei capitani del Bolzano hanno fatto la storia della squadra, della società e della città. Dal 1962/63, anno del primo Scudetto, al 2005: Giuliano Frigo, Heini Bacher, Arnaldo Vattai, Rolly Benvenuti, Hubert Gasser, Herbert Strohmeier, Norbert Gasser, Gino Pasqualotto, Moreno Trisorio, Robert Oberrauch, Martin Pavlu e Christian Timpone.

Bernard (178 cm x 82 kg) ha iniziato la sua carriera giovanile tra le fila dell’Egna e poi in Germania, a Rosenheim, sbarcando per la prima volta a Bolzano nella stagione 2008/09, quella del “grande slam” con Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa Italiana. L’anno successivo vola negli Stati Uniti per un’esperienza in EJHL con i Valley Jr. Warriors (44 partite giocate, 50 punti), per poi tornare in pianta stabile con i Foxes dal 2010/11, anno in cui fa il suo esordio in Nazionale maggiore della quale diventerà capitano dal 2014: anno dopo anno diventa pedina fondamentale dello scacchiere biancorosso, vincendo un altro Scudetto e un’altra Supercoppa Italiana. Resta protagonista anche dalla stagione 2013/14, con il salto in EBEL e la conquista della coppa al primo anno e un nuovo successo qualche mese fa. Quella appena passata per “Toni” è stata una stagione tormentata dagli infortuni, ma in 35 partite di regular season è comunque riuscito a mettere a segno 4 goal e 5 assist, arrivando in grande spolvero ai playoffs: nelle 18 partite di post season ha raccolto 8 punti, centrando cinque volte il bersaglio (secondo miglior marcatore insieme a Monardo, Miceli e DeSousa) e facendo registrare anche il goal più bello della stagione, votato sia sulla pagina Facebook dell’HCB che su quella della Erste Bank Eishockey Liga, quel meraviglioso backhander contro Klagenfurt in gara 2 dei quarti di finale (https://www.facebook.com/hcbfoxes/videos/1836600119718562/)

“E’ una grande emozione poter giocare ancora per il Bolzano e sono onorato di farlo da capitano – spiega Bernard – questa è una società con una storia incredibile scritta da grandi campioni: farò il massimo per aiutare la squadra sotto tutti i punti di vista. L’obiettivo per la prossima stagione resta l’ingresso nelle Top Six: una volta fatto quello, abbiamo visto che ai playoffs tutto è possibile”.

Ulteriori informazioni su Anton Bernard: https://www.eliteprospects.com/player/11950/anton-bernard