Foxes K.O. all’esordio, Innsbruck vince 5 a 3 alla Tiroler Wasserkraft Arena

Foto: © HCB/Vanna Antonello

HCB Alto Adige Alperia sconfitto all’esordio nella EBEL 2017/18. Alla Tiroler Wasserkraft Arena sono i padroni di casa dell’Innsbruck a spuntarla con il punteggio di 5 a 3. Foxes sempre costretti a rincorrere e troppi falli a pregiudicare il risultato e il gioco. Di Egger, Bernard e Petan le marcature per i biancorossi, in gara comunque fino all’ultimo secondo e piegati soltanto dall’empty-net goal di Yogan. I biancorossi avranno modo di rifarsi già domenica, alle 17:30, alla Keine Sorgen EisArena di Linz per la seconda giornata di campionato.

Il primo tempo regala subito grandi emozioni, con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Le prime occasioni sono di marca biancorossa: prima Frank impegna Nechvatal dalla media distanza, poi Gander in contropiede, al termine di un’inferiorità numerica, colpisce l’esterno del palo. L’Innsbruck non sta a guardare e prova a far valere la propria velocità, sfiorando il goal con un backhander di Lammers. Poco più tardi l’1 a 0 dei padroni di casa diventa realtà: errore di Egger in fase di uscita di zona, Yogan recupera il disco e serve un assist perfetto per Andrew Clark. I Foxes ci mettono un po’ a riprendersi dalla rete subita, ma aumentano il ritmo fino a trovare a due minuti dalla sirena il pareggio: è proprio Alexander Egger a farsi perdonare e a insaccare in rimorchio l’assist di Frigo. La gioia del pareggio dura pochissimo, perché a 40 secondi dal termine del primo tempo Mitch Wahl brucia in balaustra Clark, si presenta davanti a Melichercik e lo batte tra i gambali. 2 a 1 Innsbruck dopo 20 minuti.

Doccia gelata per i Foxes in avvio di periodo centrale: dopo soli 10 secondi Lammers serve un disco nello slot per Spurgeon, che di prima intenzione batte Melichercik. Innsbruck che preme molto e Bolzano in difficoltà, ma la carica la suona Anton Bernard: è lui al 24esimo minuti ad avventarsi su un disco vagante e spolverare l’incrocio dei pali con un tiro imprendibile per Nechvatal. Dall’altra parte il collega di reparto Melichercik deve fare gli straordinari sulle numerose occasioni sulle stecche dei padroni di casa, che continuano a viaggiare con il piede ben premuto sull’acceleratore. Dal canto loro i Foxes possono contare su un penalty killing eccezionale, che neutralizza i powerplay tirolesi. Nel finale Egger e compagni provano ad aumentare il ritmo, andando a un passo dalla rete del pareggio con DeSousa che da due passi viene fermato da un ottimo Nechvatal. Innsbruck avanti per 3 a 2 alla seconda sirena.

Nel terzo drittel succede di tutto. Al 43:07 il Bolzano pareggia i conti, grazie a un regalo della retroguardia austriaca: puck consegnato a Petan, che tutto solo davanti alla porta mette a sedere Nechvatal e insacca. Partita che potrebbe girare in favore dei Foxes, quando Wahl viene spedito negli spogliatoi per una penalità partita: Bolzano che di fatto riesce a giocare poco o nulla in powerplay, perché prima finisce in panca puniti Oleksuk, reo di aver fermato Clark lanciato a rete, poi lo segue a ruota Austin Smith con un 2+2. In regime di 4 contro 4 l’Innsbruck torna a condurre: discesa di Wehrs sulla sinistra, disco in mezzo per Jesse Mychan e Melichercik battuto. Con un quarto d’ora ancora da giocare il Bolzano cerca in tutti i modi di pareggiare i conti, ma Nechvatal è mostruoso su Angelidis, Halmo e Carlisle. Neanche l’assalto con il sesto uomo di movimento produce gli effetti sperati e Yogan, a porta vuota, chiude sul 5 a 3 con il goal dell’ex.

(L.T.)

HC TWK Innsbruck – HCB Alto Adige Alperia 5 – 3 [2-1; 1-1; 2-1]

Reti: 12:08 Andrew Clark (1-0); 18:07 Alexander Egger (1-1); 19:20 Mitch Wahl (2-1); 20:10 Tyler Spurgeon (3-1); 24:09 Anton Bernard (3-2); 43:07 Alex Petan (3-3); 47:43 Jesse Mychan (4-3); 59:33 Andrew Yogan EN (5-3)