Petan schianta il Fehervar – Il Bolzano respira aria di alta classifica

Foto: © HCB/Vanna Antonello

Terza vittoria consecutiva per l’HCB Alto Adige Alperia, che dopo il 2 a 1 rifilato al Linz venerdì sera replica anche sul Fehervar AV19, piegato per 3 a 1. Il grande protagonista della serata è Alex Petan, autore di due reti che insieme a quella di Catenacci permettono ai Foxes di conquistare tre punti che li spediscono al secondo posto in classifica, a -1 dalla nuova capolista Graz. Crolla ancora il Vienna, sconfitto in casa dallo Znojmo e per la prima volta in stagione giù dal trono di prima della classe.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia all’infortunato Mike Blunden (il top scorer biancorosso dovrebbe tornare in tempo per il match di martedì contro il Plzen) e a Jordan Rowley, out per turnover. Turno di riposo per Irving, sostituito da un ottimo Jake Smith.

Il Fehervar parte meglio e si rende subito pericoloso con Koger, su cui è bravo Smith, e con Sille, che colpisce l’esterno del palo. Il Bolzano fa del cinismo la sua virtù e colpisce alla prima occasione: contropiede orchestrato da Findlay, che pesca il momento giusto per servire Petan che spara in rete l’1 a 0. Il match, dopo un avvio vibrante, entra in una fase calante, e neanche un powerplay per parte risveglia gli animi. I Foxes sfiorano il raddoppio con Schweitzer, fermato da una bella parata d’istinto di Carruth, poi resistono ancora con l’uomo in meno. 1 a 0 dopo 20 minuti.

Gli ungheresi provano ad alzare il ritmo nel periodo centrale, ma il Bolzano controlla senza troppi affanni e prova ad allungare con Petan, due volte, e Findlay, ma Carruth dice di no. Al 32:31 gli ospiti riescono invece a centrare il pareggio: Erdely approfitta di una retroguardia biancorossa troppo passiva e serve l’arrivo a rimorchio di Bence Stipsicz, che fa 1 a 1. I Foxes si ritrovano persino in inferiorità numerica, ma hanno comunque l’occasione di tornare avanti con Marco Insam che si invola davanti a Carruth: il numero 8 viene però fermato da un buon intervento difensivo ungherese. Padroni di casa che non si sbloccano neanche in powerplay e risultato di parità alla seconda sirena.

Nel terzo drittel il Bolzano fa subito la voce grossa e torna a condurre i giochi dopo appena 20 secondi: Findlay si inventa il suo 23esimo assist stagionale per l’accorrente Dan Catenacci, che salta Carruth e deposita in rete. I magiari provano a reagire con l’orgoglio, il Bolzano tiene a fatica in penalty killing e poi, con l’uomo in più, chiudono la gara a poco più di 4 minuti dal termine: Miceli libera al tiro Alex Petan, che piazza la doppietta e porta il risultato sul definitivo 3 a 1. Nel finale il numero 19 manca l’hat-trick a porta vuota, ma conquista per la seconda volta di fila il titolo di MVP.

Adesso è finalmente tempo di pensare alla Champions Hockey League, prima di tirare il fiato durante la pausa internazionale. Martedì 6 novembre, alle ore 19:45, al Palaonda andrà in scena un match storico: la gara d’andata degli ottavi di finale di CHL contro l’HC Skoda Plzen. Il Bolzano vuole continuare a sognare.

Prevendita: lunedì 5 novembre dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19, martedì 6 novembre dalle 11 alle 13 e apertura casse serali dalle 17 in poi. 

 

HCB Alto Adige Alperia – Fehervar AV19 3 – 1 [1-0; 0-1; 2-0]

Reti: 03:14 Alex Petan (1-0); 32:31 Bence Stipsicz (1-1); 40:20 Dan Catenacci (2-1); 55:37 Alex Petan PP1 (3-1)

Arbitri: Bulovec, Stolc / Pardatscher, Seewald
Spettatori: 2.960