Troppo Plzen per il Bolzano – I cechi vincono 6 a 1

Foto: © HCB/Vanna Antonello

La notte dei sogni si chiude con un brusco ritorno alla realtà. L’HCB Alto Adige Alperia crolla per 6 a 1 davanti ai quasi 5.000 del Palaonda contro i cechi dell’HC Skoda Plzen. Ospiti che non hanno mai perso di mano il controllo del gioco, reagendo quando i biancorossi avevano trovato il goal del momentaneo 1-2 grazie ad Alex Petan e poi arrotondando il tabellino con il passare dei minuti. Grande protagonista della serata Miroslav Indrak, autore di un hat-trick.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen può contare su tutti gli effettivi a roster e lascia in tribuna soltanto Massimo Carozza. Il Bolzano va subito a un passo dal vantaggio, con Brett Findlay che da ottima posizione si fa fermare da una bella parata di Milchakov. Poi il Plzen inizia a macinare ghiaccio e gioco, facendo valere la categoria superiore e passando in vantaggio al 04:28: Kanak serve l’arrivo a rimorchio di Conor Allen, che buca Irving con un preciso polsino. Passano poco più di due minuti e i cechi raddoppiano: errore in costruzione del Bolzano, Miroslav Indrak chiama Irving al rebound e poi, in tuffo, ribadisce in rete a porta sguarnita. I Foxes sono scossi, ma provano a reagire con Deluca, che costringe Milchakov alla parata di riflesso. Con il passare dei minuti i biancorossi prendono coraggio, resistono a fatica al primo powerplay ospite e poi, quando si presenta l’occasione con l’uomo in più, non riescono ad impostare con efficacia. Plzen avanti per 2 a 0 dopo i primi 20 minuti di gioco.

Il Bolzano batte un colpo in avvio di periodo centrale e accorcia le distanze con Alex Petan, bravo a ribadire in rete il lungo rebound lasciato su Milchakov sul tiro di Kuparinen. Passano pochi secondi e Deluca e Frank mettono ancora i brividi ai cechi, che questa volta si salvano per il rotto della cuffia. Un fuoco di paglia, quello biancorosso, perché il Plzen torna a dominare il match. Al 25:08 giocata straordinaria di Jakub Kindl, che salta secco due avversari e piazza un assist impossibile da sbagliare all’accorrente Indrak. I Foxes hanno poi la grande chance in doppia superiorità numerica, ma il penalty killing ceco è invalicabile e Milchakov si inventa un miracolo con la pinza sul tiro di Insam. Il Plzen ringrazia il proprio portiere e allunga ancora, questa volta con un contropiede condotto da Milan Gulas che spara il puck all’incrocio dei pali. Prima della sirena c’è tempo anche per l’hat-trick di Indrak, che batte Irving con il rovescio al termine di un’azione asfissiante lunga due minuti. 1-5 alla seconda sirena.

Nel terzo drittel la musica non cambia. Coach Kai Suikkanen rileva Irving per fare spazio a Smith, ma il Plzen resta la squadra migliore. L’unica nota positiva è il penalty killing biancorosso, che chiude al 100%, ma i cechi riescono comunque ad arrotondare il risultato sul definitivo grazie a Straka. Prima del finale c’è ancora tempo di un fight d’orgoglio di Frank contro Allen.

Il ritorno si giocherà il 20 novembre a Plzen, in Repubblica Ceca. Intanto i Foxes si godranno qualche giorno di pausa, per poi tornare sul ghiaccio della EBEL il 13 novembre in casa dei Dornbirn Bulldogs.

 

HCB Alto Adige Alperia – HC Skoda Plzen 1 – 6 [0-2; 1-3; 0-1]

Reti: 04:28 Conor Allen (0-1); 06:52 Miroslav Indrak (0-2); 22:41 Alex Petan (1-2); 25:08 Miroslav Indrak (1-3); 32:03 Mila Gulas (1-4); 38:49 Miroslav Indrak (1-5); 49:22 Petr Straka (1-6)

Arbitri: Piechaczek, Rohatsch / Pardatscher, Schauer
Spettatori: 4.850